CISM - Giochi Mondiali Militari Invernali - Aosta 2010

CISM Il sito dei Giochi Mondiali Militari Invernali Aosta 2010

Cism the site of World Military Winter Games

CISM Conseil International du Sport Militaire

CISM, Giochi, Mondiali, Militari, Invernali, Giochi Mondiali Militari Invernali, Aosta 2010, World Military Winter Games, World Military Winter Games, Conseil International, Sport Militaire">

English (United Kingdom)Italian - Italy
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
Home
Videogallery
Seguici sul nostro canale Youtube!

youtube.it/cismvda





youtube.it/cismvda
Previsioni Meteo
° ° ° ° °
Lun Mar Mer Gio Ven

La rivincita di Vancouver sarà ai Giochi Mondiali Militari Invernali

Presentata ai XXI Giochi Olimpici Invernali Vancouver 2010 la prima edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali

(VANCOUVER, 20/02/2010). Dal 20 al 25 marzo la Valle d’Aosta si appresta ad accogliere le tante sfide che profumano di rivincita dopo i Giochi Olimpici Invernali di Vancouver 2010. Nella fantastica cornice naturale delle montagne valdostane per cinque giorni oltre 800 atleti in rappresentanza di oltre 40 Paesi si contenderanno i titoli di campioni mondiali militari nella prima edizione assoluta dei Giochi Mondiali Militari Invernali.

I Giochi Mondiali Militari Invernali saranno presentati dal Gen. Gianni Gola presidente del CISM (Consiglio Internazionale dello Sport Militare) e dal Gen. Rinaldo Sestili Stato Maggiore della Difesa, ufficio collegamento CONI/FFAA.

Ai Mondiali Militari Invernali potrebbero essere in gara i migliori tra gli atleti militari delle squadre nazionali di Coppa del Mondo: i campioni delle specialità dello Sci nordico e alpino, del biathlon e dello short track. Oltre le specialità invernali olimpiche, ai mondiali militari in Valle d’Aosta sono tante e interessanti  le novità: lo sci alpinismo e d’orientamento e l’arrampicata indoor.

I Giochi  Mondiali Militari Invernali hanno l’unicità di essere l’appuntamento mondiale in grado di raggruppare i migliori atleti in divisa del mondo: un grande appuntamento di sport, un incontro tra tanti giovani i cui Corpi militari lavorano in missioni nel  mondo per garantire la pace e la sicurezza, che si affrontano, nella stupenda cornice della Valle d’Aosta, per onorare il loro Paese e conquistare le ambite medaglie, le prime messe in palio nella competizione che si preannuncia di grande richiamo e fascino.

DISCIPLINE E PROGRAMMA DELLE GARE

Gli oltre 800 atleti in rappresentanza di una quarantina di nazioni iscritti al fitto calendario di competizioni nei diversi campi di gare saranno i protagonisti di grandi sfide sulle piste da sci e negli impianti di alcune tra le più belle località della Valle d’Aosta: Brusson, Cogne,  Courmayeur, Flassin Saint-Oyen, Gressoney Saint Jean e Pila, che alle consuete specialità alpine classiche e ad una disciplina del ghiaccio si aggiungono prove ancora più affascinanti e legate alla montagna.

AOSTA: la Cerimonia di Apertura si svolgerà sabato 20 marzo alle 17 in Piazza Chanoux.

BRUSSON: Biathlon e Biathlon Patrol. Nella disciplina classica i partecipanti competono in due prove: il tiro a segno con carabina e lo sci di fondo. In questo momento è uno tra gli sport più seguiti tra quelli invernali. (la disciplina prevede il posizionamento di 30 sagome in corrispondenza di altrettante piazzole.  La gara sprint a cronometro si svolgerà su di un percorso di 7,5 km. per la gara femminile, di 10 km. per la gara maschile, e di 5 Km. La gara di pattuglia di biathlon sarà di 25km. per i maschi e di 15km. Per le donne (ogni pattuglia sarà composta da 1 capo-pattuglia + 3 pattugliatori).

COGNE: sci di fondo. Le piste di Cogne hanno come punto centrale il Prato di Sant'Orso, ampia conca a margine del capoluogo percorsa da vari tracciati di lunghezza variabile. Il prato è poi unito a Valnontey, Lillaz e Epinel da piste di collegamento: in ciascuna delle citate località sono poi presenti ulteriori anelli di varia lunghezza, che nell'insieme creano un vasto complesso di tracciati che può vantare un'estensione di diverse decine di chilometri.
Esistono 4 anelli principali + 3 tratti di collegamento; ogni anello presenta anelli più brevi parte del principale.
Chilometri totali: 21 km associati agli anelli del Prato di Sant'Orso, Epinel, Valnontey e Lillaz, a cui si devono aggiungere i tratti di collegamento tra i suddetti borghi.
Le piste di Cogne sono teatro di competizioni ad altissimo livello (es: Coppa del Mondo e Coppa Europa) e sono quindi dotate di tutti i servizi.
La gara si terrà sul prato di S. Orso prevede una partenza in linea a tecnica libera su un percorso di 15 Km (maschile) e di 10 Km (femminile). Sempre a Cogne si terrà la gara di Orienteering.

In questa specialità gli atleti, utilizzando la tecnica dello sci di fondo, devono compiere un percorso predefinito caratterizzato da punti chiamati "lanterne" con l'aiuto esclusivo di una bussola e di una cartina topografica a scala ridotta che contiene particolari del luogo da percorrere. Il percorso consiste: nella partenza, nei punti di controllo indicati tramite cerchi (centrati nella lanterna da trovare) uniti tra loro da linee e caratterizzati da numeri che indicano l'ordine di percorrenza, e nel punto d'arrivo. Una lanterna posta al suolo segnala il posto. Viene rilevato il passaggio dell’atleta alla lanterna e registrato il tempo intermedio. Il percorso tra i vari punti segnati è determinato dall'orientista.

COURMAYEUR: Arrampicata e  Short-Track.  L’arrampicata meglio definita come (climbing) è nata sulle rocce naturali ed ha quindi lontane origini alpinistiche; in seguito, non necessitando di grandi pareti di montagna, si è diffusa e sviluppata sulle numerose falesie, specie di fondovalle, trascurate dagli alpinisti ed invece attrezzate e valorizzate da questi nuovi climbers. L'obiettivo degli arrampicatori sportivi è il superamento di percorsi su roccia con difficoltà sempre maggiori senza l'ausilio di alcun mezzo artificiale per la progressione. La regola principale che guida l'etica di questa moderna disciplina è vincere la parete "by fair means", cioè con mezzi leali.  La gara si svolgerà in due giorni: il primo per le qualificazioni e il secondo per le semifinali e le finali.
Le gare di arrampicata sportiva si svolgeranno in una struttura artificiale al coperto a Courmayeur (Courmayeur Forum Sport Center) e non su roccia.
Anche le gare di Short track, anch’esse svolte all’interno del Courmayeur Forum Sport Center si disputeranno sulle distanze di 500 e 1500 metri, con qualificazioni e finali.

GRESSONEY SAINT-JEAN: Sci alpino femminile (slalom gigante e slalom speciale). Il comprensorio del Weissmatten di Gressoney-Saint-Jean riserva da quest’anno agli appassionati dello sci da discesa una bella sorpresa. La pista, intitolata all’indimenticato campione Leonardo David, dopo i lavori  di messa a punto, è pronta per gare internazionali di slalom e slalom gigante.

FLASSIN: sci alpinismo nella suggestiva cornice di montagne che caratterizzano della località andrà in scena l’affascinante e durissima prova su un percorso con 2 salite per 1700 metri di dislivello, nel vallone del Citrin alla punta Valletta per poi risalire alla punta Flassin, con l'ultimo tratto a piedi, per scendere nel vallone del Flassin fino al traguardo.

PILA: Sci alpino maschile (slalom gigante e slalom speciale): Le piste si sviluppano su pendii che vanno dai 1.800 ai 2.700 metri. L’amore per le piste in quest'area alpina è un vero e proprio culto: i tracciati sono oggetto di mille attenzioni quotidiane e rappresentano orgoglio e passione del comprensorio.
L’impianto di innevamento programmato della stazione è tra i più avanzati tecnologicamente: la sala di pompaggio è stata recentemente potenziata, con 400 cannoni, installati sino a quota 2.600 metri, che garantiscono la copertura del 60% dei tracciati.
Alcune discese a Pila sono omologate per le gare internazionali: Gorraz (3 sullo skirama): pista che può ospitare anche le gare internazionali di slalom; Du Bois (2 sullo skirama): ampliata nella parte finale e omologata ai requisiti internazionali per le discipline veloci; Bellevue (10 sullo skirama): dotata di nuove protezioni, è particolarmente apprezzata dagli sciatori più esperti e grazie al raccordo con la pista e Du Lac (12 sullo skirama) consente un lungo tracciato di Super G.

LE DICHIARAZIONI DEI VERTICI DEL COMITATO ORGANIZZATORE

Il Presidente della Regione Valle D’Aosta Augusto Rollandin ha dichiarato: "per la Valle d’Aosta è un privilegio organizzare ed ospitare la prima edizione della più importante manifestazione nell’ambito degli eventi sportivi invernali in campo militare, un evento che ci inorgoglisce e che esalta quelle caratteristiche di amore per la montagna e per lo sport che sono proprie dei valdostani, valorizzando anche la tradizionale presenza sul territorio delle truppe alpine e di militari che si sono particolarmente distinti nelle competizioni nazionali ed internazionali di sport invernali".

Il gen. Gianni Gola, presidente del CISM, ha affermato: “apprezzo moltissimo il forte coinvolgimento che si sta realizzando con i giovani atleti degli sci club locali ai quali offriremo la possibilità di gareggiare in un’apposita competizione durante lo svolgimento dei Giochi e constato con soddisfazione quanto sia avanzato il progetto di sensibilizzazione verso gli studenti della Valle riguardo una manifestazione che non è soltanto sportiva ma anche un grande evento di pace. Inoltre va ricordato come le forze armate siamo uno dei principali bacini di crescita e formazione della base degli sport invernali dai quali i colori italiani hanno ottenuto tante soddisfazioni: medaglie olimpiche e titoli iridati”.

Il presidente del Comitato Organizzatore Luigi Roth ha sottolineato: “I Giochi Mondiali Militari Invernali sono un’opportunità per il territorio regionale che è pronto ad ospitare un grande evento internazionale. Sarà una manifestazione in cui si integreranno i valori militari e la cultura dell’accoglienza turistica valdostana.  Il Comitato ha riunito le esperienze e la capacità organizzative del territorio e le competenze delle Forze Militari per fare in modo che il primo mondiale militare sia un esempio per le edizioni future. Stiamo lavorando per creare un programma di eventi collaterali a supporto della manifestazione agonistica  per coinvolgere un vasto pubblico”.

 
Medagliere
Nazione O A B Tot
Italia 7
3 7
17
Francia 6 2 4 12
Cina 3 7 0 10
Russia 3 2 1 6
Norvegia 2 4 2 8
Slovenia 2 2 0 4
Polonia 2
0 1
3
Estonia 1
1
0
2
Germania 1
0
3
4
Bulgaria 1
0 0
1
Austria 0
3
2
5
Svizzera 0 2 1 3
Romania 0 1
1
2
Finlandia 0 0
2
2
Lituania 0 0
1
1
Serbia 0 0 1 1

 

Discipline dimostrative
(Sci Alpinismo)

Nazione O A B Tot
Italia 1
0 0
1
Francia 0 1 0 1
Norvegia 0 0 1 1

 

Newsflash
Domani alle 12:30 la conferenza stampa di chiusura

Alle 18 si terrà la Cerimonia di Chiusura a Courmayeur

(Aosta, 24 marzo 2010) – Domani alle 12.30 presso il Palazzo Regionale della Valle d’Aosta, in piazza Deffeyes 1, ad Aosta, si terrà la conferenza stampa di chiusura della prima edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali Valle d’Aosta 2010.

Leggi tutto...
 
Gran Prix CISM, successo per la prova di corsa campestre

Vincono Cristina Artuso (Esercito) e Stefano Scaini (Fiamme Gialle)

Nell’ambito dei Primi Giochi Mondiali Militari Invernali, si è svolto il Gran Prix CISM di corsa campestre, disciplina inserita come sport dimostrativo. Alla gara, che sé disputata sulla distanza di 4.600 metri per le donne e di 6.900 metri per gli uomini, aperta ai tesserati FIDAL, hanno preso parte gli atleti dei Gruppi Sportivi militari.

Leggi tutto...
 

Contatore utenti connessi