CISM - Giochi Mondiali Militari Invernali - Aosta 2010

CISM Il sito dei Giochi Mondiali Militari Invernali Aosta 2010

Cism the site of World Military Winter Games

CISM Conseil International du Sport Militaire

CISM, Giochi, Mondiali, Militari, Invernali, Giochi Mondiali Militari Invernali, Aosta 2010, World Military Winter Games, World Military Winter Games, Conseil International, Sport Militaire">

English (United Kingdom)Italian - Italy
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
Home
Videogallery
Seguici sul nostro canale Youtube!

youtube.it/cismvda





youtube.it/cismvda
Previsioni Meteo
° ° ° ° °
Mar Mer Gio Ven Sab

Al via la Prima Edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali

Valle d'Aosta 20 - 25 marzo 2010

Sabato 20 si apriranno i Giochi con il Forum “Sport e Pace” al mattino e la Cerimonia di apertura alle 17 in piazza Chanoux,a Aosta. Da domenica lo sport sarà protagonista per cinque giorni a Brusson, Cogne, Courmayeur, Gressoney St Jean, Flassin e Pila

(Aosta, 16 marzo 2010) – Sabato 20 marzo alle 17, in piazza Chanoux a Aosta, la Cerimonia di Apertura aprirà ufficialmente la prima edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali Valle d’Aosta 2010.

Un grande evento sportivo e di promozione della Valle d’Aosta che è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa al Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, alla presenza del Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Augusto Rollandin, dell’assessore al Turismo, Sport e Commercio Aurelio Marguerettaz, del Presidente del Consiglio internazionale dello sport militare (CISM) Generale Gianni Gola, del capo della delegazione italiana al CISM e responsabile Sport dello Stato Maggiore della Difesa Generale Rinaldo Sestili e del Presidente del Comitato Organizzatore Luigi Roth.

“I Giochi Mondiali Militari Invernali sono una grande occasione per la Valle d’Aosta per porsi nuovamente all’attenzione dei grandi eventi sportivi internazionali – ha sottolineato il Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Augusto Rollandin – Abbiamo tutte le potenzialità per raggiungere questo obiettivo e per questo ringrazio il Presidente del Comitato Organizzatore Luigi Roth per il grande lavoro svolto sui siti di gara in questi mesi e il generale Gianni Gola per avere accettato la nostra candidatura a regione ospitante di questa prima edizione. Noi siamo pronti ad accogliere gli atleti e i loro accompagnatori e siamo certi che sarà un grande evento di sport e una grande festa”.

Un’enfasi sull’accoglienza è stata posta dall’assessore al Turismo, Sport e Commercio Aurelio Marguerettaz: “L’accoglienza e l’amicizia sono caratteristiche tipiche dei popoli di montagna e della gente della Valle d’Aosta e per avere la pace bisogna prima costruire l’amicizia fra i popoli. Sono certo che la regione potrà dare un grande esempio di amicizia e di accoglienza a tutti gli atleti e ai loro accompagnatori che arriveranno in questi giorni a Aosta e sui sei siti di gara per le competizioni sportive di questi Mondiali Militari”.

“Un grande lavoro di squadra che ha portato Aosta e i sei siti di gara di Brusson, Cogne, Courmayeur, Gressoney St Jean, Flassin e Pila a essere pronti ad accogliere gli ottocento tra atleti e accompagnatori che da 42 paesi del mondo gareggeranno in questa prima edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali”, è stato anche l’accento posto dal Presidente del Comitato Organizzatore, Luigi Roth: “Questi Giochi sono  frutto di un importante impegno della Regione Valle d’Aosta, alla quale vogliamo che quest’evento porti un grande ritorno di immagine”.

Un commosso saluto al Cile, che avrebbe dovuto essere il 43° paese in gara è stato dato dal capo della delegazione italiana al CISM e responsabile Sport dello Stato Maggiore della Difesa Generale Rinaldo Sestili: “Il terremoto che ha colpito il Cile ha  obbligato la delegazione cilena a rinunciare alla partecipare ai Giochi Mondiali Militari Invernali. In questi mondiali noi militari – ha proseguito il generale Sestili – vogliamo rappresentare ciò che realmente siamo: cittadini come tutti che svolgono un compito istituzionale e che si adoperano per farlo al meglio”. Un messaggio di pace è chiaramente uscito dalle parole di Sestili: “Vogliamo una pace circondata da giustizia e lo sport militare è il mezzo per portare la pace. Come disse un grande atleta militare nel 1924, lo sport è l’esperanto delle razze e noi attraverso lo sport cerchiamo la pace”.

Un concetto forte quello di pace che è stato ribadito anche dal Presidente del Consiglio internazionale dello sport militare (CISM) Generale Gianni Gola: “In 62 anni il CISM non ha mai avuto uno scandalo, mai problemi religiosi, perché lo sport militare combatte l’intolleranza”.

Attraverso lo sport, il CISM rappresenta 132 paesi del mondo, 132 forze armate, che si confrontano sul “campo di battaglia” della competizione sportiva. Questo sarà il tema del Forum Sport e Pace, che sabato 20 marzo alle 9, nella sede Palazzo Regionale, in piazza Deffeyes 1 ad Aosta, riunirà tutti i capi missione della nazioni partecipanti alla prima edizione dei Giochi Militari Invernali e raccoglierà le esperienze sul campo dei responsabili delle missioni internazionali di pace per portare alla firma di una risoluzione finale sullo sport come mezzo per raggiungere la soluzione pacifica dei conflitti. L’apertura dei lavori sarà affidata al Presidente del CISM, il generale Gianni Gola, e al vice presidente del CIO, Mario Pescante, che saranno accolti dal Presidente della Regione Autonoma della Valle d'Aosta Augusto Rollandin. Seguiranno gli interventi di rappresentanti dell’ONU, della NATO, della Fondazione per lo Sport e la Pace, del Concilio Pontificio per la laicità e di rappresentanti del CISM, che porteranno la loro personale esperienza di missioni di peacekeeping, collegate agli sport militari.

Il Generale Gola, in conclusione, ha ringraziato il presidente della Regione Rollandin per: “La sua capacità di guardare lontano, di credere nello sport e di accogliere i Giochi Mondiali Militari in Valle d’Aosta in un periodo di crisi come quello che tutto il mondo sta attraversando. Questo è un grande messaggio positivo”.

Il Generale Gola ha infine annunciato che domenica 21 marzo alle 9, a Pollen, si terrĂ  una competizione dimostrativa di corsa campestre, un anticipo di quella che sarĂ  una disciplina dimostrativa alla prossima edizione dei Giochi Olimpici Invernali, a Sochi nel 2014.

Potrebbe essere Annecy a ospitare la seconda edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali, fra tre anni, nel 2013. Il sindaco della città francese sarà osservatore a Aosta durante questa settimana di gare: la scelta avverrà nell’assemblea annuale del CISM a maggio di quest’anno.

 
Medagliere
Nazione O A B Tot
Italia 7
3 7
17
Francia 6 2 4 12
Cina 3 7 0 10
Russia 3 2 1 6
Norvegia 2 4 2 8
Slovenia 2 2 0 4
Polonia 2
0 1
3
Estonia 1
1
0
2
Germania 1
0
3
4
Bulgaria 1
0 0
1
Austria 0
3
2
5
Svizzera 0 2 1 3
Romania 0 1
1
2
Finlandia 0 0
2
2
Lituania 0 0
1
1
Serbia 0 0 1 1

 

Discipline dimostrative
(Sci Alpinismo)

Nazione O A B Tot
Italia 1
0 0
1
Francia 0 1 0 1
Norvegia 0 0 1 1

 

Newsflash
Domani alle 12:30 la conferenza stampa di chiusura

Alle 18 si terrĂ  la Cerimonia di Chiusura a Courmayeur

(Aosta, 24 marzo 2010) – Domani alle 12.30 presso il Palazzo Regionale della Valle d’Aosta, in piazza Deffeyes 1, ad Aosta, si terrà la conferenza stampa di chiusura della prima edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali Valle d’Aosta 2010.

Leggi tutto...
 
Gran Prix CISM, successo per la prova di corsa campestre

Vincono Cristina Artuso (Esercito) e Stefano Scaini (Fiamme Gialle)

Nell’ambito dei Primi Giochi Mondiali Militari Invernali, si è svolto il Gran Prix CISM di corsa campestre, disciplina inserita come sport dimostrativo. Alla gara, che sé disputata sulla distanza di 4.600 metri per le donne e di 6.900 metri per gli uomini, aperta ai tesserati FIDAL, hanno preso parte gli atleti dei Gruppi Sportivi militari.

Leggi tutto...
 

Contatore utenti connessi